Sabato si corre!!


Non ci facciamo mancare niente qui a Giarre!  Se volete fare una passeggiata per stradine poco trafficate, respirare un pò di aria nella quiete della campagna  … se proprio cercate questo andate lungo l’argine dove il quartiere confina con Montegrotto e godetevi lo spettacolo … e se siete contenti telefonate ai vigili ed al sindaco per condividere queste emozioni …

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. Fabrizio ha detto:

    Non credo hai miei occhi! Sentivo del fracasso provenire da quella zona ma non immaginavo che fossero arrivati a tanto. Disprezzo del territorio e sopratutto della terra sono le prime cose che mi suscita tale visione. Queste sono le cose che ci hanno tramandato i nostri padri?

  2. riccardo ha detto:

    Ho letto l’articolo sul mattino di padova fatto dal vostro comitato e sinceramente mi ha fatto veramente ridere pensando che 50 moto che hanno girato su dei campi in aperta campagna hanno scaturito “una bomba chimica” nell’aria quando a 100 metri in linea d’aria c’e’la statale dove ogni giorno migliaia di mezzi lasciando nell ‘aria ben piu inquinamento senza considerare la tangenziale dalla parte opposta che ha un traffico inverosimile x quanto riguarda l’inquinamento acustico che ha impedito la gente di uscire di casa altra fesseria visto che personalmente ho girato x le strade adiacenti e le moto non si sentivano x cui ancora una volta si e’manifestato ancora una volta un pregiudizio negativo nei confronti delle moto di pochissime persone delle giarre che tra l’altro mi risulta essere persone che contestano sempre qualsiasi cosa di cose che fanno gli altri certe persone dovrebbero vedere il fatto positivo di certe manifestazioni prima di tutto che i giovani vengono a divertirsi invece magari di andare in giro a far danni che essendoci una pista x i bambini si da la possibilita’ anche a loro di divertirsi e in fine se tale struttura rimanesse stabile con tutti gli accorgimenti del caso potrebbe slo che portare bene ad una comunita’ piccola come le giarre

  3. Marino Campagnaro ha detto:

    Il problema principale non è la pista stessa, legata all’inquinamento sia acustico che di benzene che gira nell’aria, che per i residenti che vivono a ridosso della pista, è diventato un problema senza fine, ma senza dubbio, dietro a tutto ciò esiste dell’altro, avete verificato cosa prevede il PAT per il futuro su quell’area? Attenzione qualcosa è nascosto dietro tutto ciò, pertanto fate le dovute verifiche all’ufficio tecnico di Abano per capire veramente cosa potrebbe succedere in futuro in quell’area.
    Altra cosa il caro Sindaco Luca Claudio appena diventato Sindaco ha preso le distante uscendo dal PATI Metropolitano per dare un segnale a suo dire, a garanzia che la famosa GRONDA SUD non venisse realizzata. Ora mi volete spiegare a distanza di un anno il fatto che il caro Sindaco che si sta prodigando per entrare nella città Metropolitana di Venezia, cosa pensa di fare se veramente questo avvenisse, e tutto ciò portasse veramente alla realizzazione della GRONDA SUD per garantire il trasporto merci PADOVA/VENEZIA? Attenzione questa ipotesi potrebbe realizzarsi con una facilità che nemmeno pensate. Dimenticavo il caro Sindaco sta pensando di candidarsi a ROMA e del problema GRONDA SUD, lo lascerà in mano ai cittadini di Giarre e di Abano.

    Marino Campagnaro

  4. Diego Bortolotto ha detto:

    Fabrizio,ti do ragione.
    il rumore era insopportabile per non parlare dell’inquinamento sull’aria!
    mi sorge una domanda:ma tu,che strumento usi per misurare l’inquinamento?
    tu saresti uno di quelli che è favorevole ad aprire i campi da calcio di fianco alle chiese,dove il pubblico/genitori/calciatori bestemmiano in una maniera spropositata.
    l’affermazione che hai scritto sul tuo commento (“Disprezzo del territorio”) mi fa innervosire non poco,perché noi CROSSISTI siamo penalizzati dalle persone che si vanno a lamentare in comune e che mettono firme per chiudere qualsiasi impianto crossistico che si apra.
    un altro caso è quello di San Daniele:la gara di supercross ha riscosso molto successo ed ha attirato molto pubblico.
    il problema che era sorto fin dall’inizio (prima di organizzare la gara) era quello delle suore,avevamo paura che si lamentassero del rumore,ma il giorno dopo l’evento hanno detto che sentivano solo lo speaker ma nessuna moto (il monastero dista 200 metri) ma bensì hanno sentito la discoteca di fianco. Tu vuoi che i giovani vadano a praticare uno sport in un circuito o vuoi che vadano in giro per le discoteche e vengano a casa (se ci arrivano) in macchina mezzi ubriachi oppure ad andare in giro per le strade con uno scooter?!
    inoltre i soldi di quella gara sono stati devoluti (una parte) ai terremotati emiliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.