Chi si ferma a leggere il necrologio … rischia che il giorno dopo altri leggano il suo!

inizio della via crucis

Chi si ferma a leggere il necrologio all’incrocio di via Giarre e v. Sabbioni rischia di trovarsi il giorno dopo a essere letto da altri.  Venendo dalla via romana chi crede che la strada sia solo per le auto prende la curva larga e veloce e se va male butta giù la centralina telecom; chi  invece da  v. Sabbioni   ha fretta di girare a destra non può vedere il viandante o ciclista fermo a riflettere sulle novità del necrologio. Forse anche agli attuali amministratori è noto che  l’ incrocio è molto pericoloso. Noi abbiamo chiesto più volte all’amministrazione di garantire la sicurezza di pedoni e ciclisti.  Né i limiti di velocità né i rari controlli possono garantire la sicurezza di pedoni e ciclisti. Si può moderare la velocità con interventi efficaci e poco costosi come piccole rotonde, riduzione della carreggiata e del numero di corsie, fasce  per cicli e pedoni. L’amministrazione non risponde e fatti non se ne vedono. A questo punto suggeriamo di mettere su ognuna delle tante curve  di  v. Giarre altrettante grandi e luminose tabelle di necrologi, come una via crucis, forse per pedoni e ciclisti questo è più efficace dei cartelli e dei controlli.

"chicane" intermedie (*)

rettilineo finale

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.