Via Giarre: asfalto nuovo e vecchi problemi, camminare in sicurezza era e resterà difficile

v. Giarre - vita difficile per pedoni e bici con il nuovo asfaltoVia Giarre con il  nuovo asfalto sembra quasi una tangenziale! camminare e andare in bici  al centro del quartiere è ancora più pericoloso   

Per andare in chiesa, all’asilo, alla posta, alla piazza si passa per via Giarre: è  la via principale del paese. Ci passano anche molti camion, purtroppo, però i pedoni li possono evitare salendo sull’unico marciapiede, sul lato della chiesa, se non è sbarrato da qualche auto. Chi invece … cammina o va in bici sul  lato opposto deve combattere con macchine e camion e attraversare la strada a proprio rischio e pericolo perchè non ci sono strisce pedonali. In un incontro di qualche mese fa il vice sindaco si era impegnato con il COMITATO GIARRE a proteggere i pedoni sul lato est con una fascia delimitata da transenne; di fare un regolare marciapiede non ne ne parla, finchè non si trova una soluzione definitiva al passaggio dei camion di trasporto inerti. Ora che i lavori sono terminati  non si vedono nè transenne nè fasce gialle di delimitazione della carreggiata. Forse un motivo è stato anche la caduta della giunta. Per noi  gli impegni presi dai rappresentanti politici per migliorare la vita del quartiere sono importanti e quindi crediamo che verranno rispettati. IL COMITATO GIARRE  riproporrà il problema a tutte le forze politiche nella prossima amministrazione. Perchè camminare e andare in bici in via Giarre resta poco sicuro, anzi il nuovo manto di asfalto  forse porterà qualche sconsiderato automobilista a correre più veloce e per chi esce di casa sarà un piacere farsi rifilare da camion e auto che, quando va bene, vanno a 50 km/ora in una strada dove 30 km/ora sono già troppi. 

Ecco i “diversi punti di vista” del pedone e dell’automobilista …

 Quando si dice … “la strada è di tutti” !  

torna alla pagina principale

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.