SE I 5 CHILOMETRI DAL PONTE DELLA CAGNA A VIA SABBIONI ….

SE I 5 CHILOMETRI DAL PONTE DELLA CAGNA A VIA SABBIONI FOSSERO UNA VERA CICLABILE, ADESSO CHE È ARRIVATA LA PRIMAVERA, SAREBBE UNA FESTA PER TUTTI. Bambini, giovani e anziani, a piedi, in bici, in carrozzina potrebbero andare a spasso e godere dell’aria e del paesaggio, senza guardarsi alle spalle per non farsi travolgere. Perché in questo corridoio verde le auto sarebbero ospiti, andrebbero piano e rispettando la distanza di sicurezza. Perché via Lungo Argine non è una strada come le altre ma un’opera idraulica per il contenimento dell’acqua che non potrà mai avere la sicurezza di una strada normale.
E INVECE QUESTI 5 CHILOMETRI SONO UNA SCORCIATOIA PER AUTOMOBILISTI COMPULSIVI, UN RETTILINEO SU CUI CORRERE SFIORANDO LE INGOMBRANTI SAGOME DI PEDONI E CICLISTI, SICURI DELL’IMPUNITÀ.
Tutti riconoscono che è una strada molto pericolosa per chi va a piedi o in bici; non resta che sperare che per loro continui ad andare bene. Se così non sarà dovremo chiedere a chi poteva mettere le regole e farle rispettare, dovremo chiedere perché non lhanno capito o perché non hanno avuto il coraggio di fare tutto quello che potevano fare

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.