PAT: i cittadini partecipano al governo del territorio

 Di seguito presentiamo un estratto dei punti salienti della legge regionale 11-2004 sul PAT

Elementi che caratterizzano il PAT

  • è fatto sulla base di previsioni decennali
  • richiede di disporre di dati e informazioni necessari alla costituzione del quadro conoscitivo del territoriale comunale
  • deve tenere conto degli obiettivi ed indirizzi della pianificazione territoriale
    • PTRC Piano Territoriale Regionale di coordinamento
    • PTCP Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale
    • PATI Piani di Assetto Territoriale intercomunali
  • si propone obiettivi di tutela, riqualificazione e valorizzazione, miglioramento della qualità urbana e territoriale;
  • persegue l’integrazione delle funzioni compatibili per ambiti territoriali omogenei (ATO) individuati sulla base di valutazioni di carattere geografico, storico, paesaggistico e insediativo.
  • detta i criteri per gli interventi di miglioramento, di ampliamento o per la dismissione delle attività produttive in zona impropria,

Fasi del procedimento di formazione del PAT

I Comune:

  1. elabora il documento preliminare (DP)
  2. attiva forma di consultazione e partecipazione
  3. adotta il piano

Il piano è disposizione del pubblico per trenta giorni … chiunque può formulare osservazioni entro i successivi trenta giorni.

Il comune trasmette il PAT alla provincia, unitamente alle osservazioni e alle relative controdeduzioni formulate dal consiglio comunale alle osservazioni pervenute.

La giunta provinciale approva il piano decidendo sulle osservazioni presentate e introducendo d’ufficio le modifiche necessarie ad assicurare la compatibilità del piano con il PTRC e con il PTCP

Attuazione del PAT

I Comune:

  • suddivide il territorio comunale in zone territoriali omogenee
  • individua e disciplina le attività produttive da confermare in zona impropria e gli eventuali ampliamenti, nonché quelle da trasferire
  • detta la normativa di carattere operativo per attività commerciali, piano urbano del traffico, piano urbano dei parcheggi, piano per l’inquinamento luminoso, piano per la classificazione acustica e piani pluriennali per la mobilità ciclistica

Il piano degli interventi è adottato e approvato dal consiglio comunale.

L’adozione del piano è preceduta da forme di consultazione, di partecipazione e di concertazione con altri enti pubblici e associazioni economiche e sociali eventualmente interessati (documento preliminare al PAT e recepimento dei contributi)

I Comune:

nell’ambito del bilancio pluriennale comunale e del programma triennale delle opere pubbliche da attuazione al PAT

— definendo un piano degli interventi (PI) diretti

— o piani urbanistici attuativi (PUA)

Il piano degli interventi è adottato e approvato dal consiglio comunale.

 torna alla pagina principale