Giarre condannata a restare un quartiere dormitorio

Avevamo chiesto alla giunta ed a ciascun consigliere di maggioranza e di opposizione di riconoscere che costruire una scuola materna richiede una visione che va oltre la durata di una amministrazione perché riguarda il futuro del quartiere e di Abano . 

E la risposta è stata questa: l’amministrazione del ricco comune di Abano il 29 marzo 2019 ha liquidato la chiusura della scuola materna in quartiere con questi argomenti: (1) calo demografico, (2) molti bambini sono stranieri e spesso poco stabilizzati, (3) c’è posto in altre scuole materne ad Abano o a pochi minuti nei dintorni, (4) bisogna accentrare il servizio, (5) i cittadini di Giarre non devono avere pretese particolari ma (6) sentirsi parte della più ampia comunità di Abano

C’è una parte di Abano che non ha diritto di usufruire di servizi primari con le stesse modalità del resto della città E’ questa la visione più ampia? Un tempo quando c’erano meno risorse e non c’erano le auto si costruivano asili pubblici e privati, scuole primarie. Oggi si costruiscono parcheggi perché c’è l’auto che sposta i bambini in ogni dove! È questa la visione più ampia? O dobbiamo chiederci che società costruire, quali indirizzi e priorità per le famiglie, l’ambiente, la socializzazione. Visione più ampia è non spendere per servizi non utilizzati perché c’è il calo demografico oppure  chiederci cosa fare per invertire  questa tendenza?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.