OPERAZIONE SGARAVATTI … come distruggere una campagna

Il PAT trasforma l’ex campagna Sgaravatti, la grande area verde che è parte della storia e dell’identità di Giarre in area per espansione residenziale

Il PAT toglie il vincolo del piano particolareggiato che ha finora salvato questa grande area agricola e invece di ripristinarla ad area agricola (qual è la sua natura), la rende trasformabile in area per espansione residenziale


Postato in PAT | 1 Commento

UNA DISCARICA PIENA DI DUBBI

Dopo cinque anni ancora promesse. Via Guazzi è una discarica piena di dubbi. Non ci addentriamo sull’utilità o meno della bonifica che spetta ai tecnici ma sulla destinazione d’uso due pensieri possiamo permetterceli. Centro sociale? Parco energetico rinnovabile? Una nuova discarica di compostaggio? Nuove promesse per il prossimo programma elettorale di Luca Claudio. A Giarre gli spazi per la socializzazione pubblica ci sarebbero già e Continua a leggere

Postato in Rapporti con il comune, Vivibilità del quartiere, ambiente | Lascia un commento

Un PAT senza visione del FUTURO di Giarre

Avevamo proposto il ripristino a suolo agricolo delle aree ex Sgaravatti  e “ex piscine termali”, la pianificazione di interventi  di miglioramento della qualità urbana,  spazi comunitari dell’area centrale, lo spostamento delle ditta Pistorello Spa, collegamenti ciclopedonali tra i borghi Guazzi e Sabbioni. Abbiamo proposto una idea per Giarre nel 2030  …

guardate queste immagini ed il video e provate a sognare, forse è possibile …

E invece … questo PAT prevede di consumare ancora suolo agricolo,  prevede  di costruire ancora nuove case senza tenere conto delle case sfitte, da ristrutturare e riqualificare, non prevede interventi di rigenerazione urbana e riqualificazione dei quartieri …

Postato in PAT | 2 Commenti

Elezioni amministrative ad Abano: le ragioni della nostra scelta

Elezioni amministrative ad Abano: le ragioni della nostra scelta

Il Comitato Giarre da anni si impegna nel quartiere in una attività di sensibilizzazione e di proposte su problemi quotidiani e apparentemente di piccola entità ma inseriti in una visione più ampia e formalizzata nei contributi per la redazione del PAT.

Di fronte alla mancanza di ascolto e trasparenza della attuale amministrazione ci siamo impegnati per promuovere una forte pressione dal basso per una netta discontinuità nel modo di governare la città. Siamo convinti che per costruire un progetto per il futuro di Abano e per stimolare i partiti a rinnovarsi sia necessario candidare una persona che godendo di un’alta reputazione personale potesse “metterci la faccia” e siglare un patto di fiducia con i cittadini.

Abbiamo raccolto in forma di Manifesto – Abano, partecipiamo insieme queste nostre idee di discontinuità e di cambiamento e le abbiamo proposte e condivise in incontri con altre associazioni del territorio, cittadini e partiti. In una di queste occasioni abbiamo incontrato Monica Lazzaretto come presidente dell’AVAT (Associazione Volontariato Abano Terme). Da subito abbiamo colto non solo una sintonia rispetto alle nostre idee ma anche un arricchimento e un contributo al manifesto stesso.

Attorno alla sua figura si è immediatamente creato un appoggio trasversale per la sua competenza, determinazione ed onestà al punto da convincere Monica a dare la disponibilità a candidarsi. Tale disponibilità è stata raccolta e sostenuta dal gruppo civico Cittadini per il Cambiamento che ne ha reso possibile la candidatura alle primarie di coalizione del 6 marzo 2016.

Nel manifesto abbiamo scritto “La fiducia dei cittadini nella politica e nei partiti può essere ricostruita se il candidato sindaco è espressione e rappresentante del tessuto sociale, garante del bene comune, con una alta reputazione personale e che si impegni con i cittadini in un PATTO D’ONORE che stabilisca una netta discontinuità nel modo di governare la città e nel costruire un progetto per il futuro di Abano

Per queste ragioni il Comitato Giarre sostiene la candidatura di Monica Lazzaretto alle primarie.

Dopo le primarie, dopo il 6 marzo, il Comitato Giarre non si trasformerà in lista civica, non diventerà un comitato elettorale ma continuerà ad essere un gruppo di opinione e di pressione che controlla e chiede conto senza alcun pregiudizio agli amministratori ed al sindaco delle scelte fatte.

Postato in Comitato, Comunicati Stampa | 1 Commento

Approvato l’adozione del P.A.T. – Piano Assetto del Territorio

Il  19/01/2016 il consiglio comunale ha approvato l’adozione del P.A.T. – Piano Assetto del Territorio

E’ il documento che delinea come Abano cambierà nei prossimi 10 anni. E siccome il futuro ci riguarda tutti aspettiamo che arrivi in casa di ogni cittadino un opuscolo che illustri in dettaglio le scelte fatte dall’amministrazione.


Noi per ora diamo qualche informazione.
Qui trovate tutti i documenti approvati.
Nel documento “P.0.1b Relazione Sintetica” sono esposti gli obiettivi e le scelte del piano mentre nel documento “TAV 4. Carta della Trasformabilità” trovate le Linee preferenziali di sviluppo insediativo e cioè dove si potranno costruire nuove abitazioni.
Il Comitato Giarre valuterà se e quale dei contributi presentati è stato accolto e presenterà le osservazioni di merito.

Postato in PAT | Lascia un commento

Pisanello … chi era costui?

Un racconto semiserio di una storia vera …

Pisanelo era un contadino che aveva un pezzo di terra in un piccolo paese. Un bel giorno Continua a leggere

Postato in PAT, Vivibilità del quartiere | Lascia un commento

Ragazzina investita mentre andava a prendere l’autobus

Un altro incidente in via Giarre, è successo giovedì 22 ottobre. E’ stata investita da un camioncino mentre attraversava la strada all’altezza del civico 45 per raggiungere il capolinea del 22. Continua a leggere

Postato in Vivibilità del quartiere, strade insicure | Lascia un commento

La gestione dei rifiuti e l’autocompostaggio

Una riunione molto partecipata quella di mercoledì 4 novembre presso il patronato di Giarre.  Abbiamo visto attraverso alcune immagini del film ” TRASHED  Rifiuti ZERO” quanto è importante la gestione dei rifiuti e i tanti modi per ridurli come il porta a porta, compostaggio,  incentivi economici, riciclaggio, riutilizzo.

Abbiamo visto l’esperienza di comuni vicini e la dimostrazione concreta che è possibile ridurre i rifiuti, PAGARE MENO ed avere un servizio migliore.

…. e questo documento ne è la prova Gestione integrata dei rifiuti – un esempio virtuoso (TV)

Per chi se l’è perso ecco l’ultimo volantino distribuito in tutto il quartiere  Volantino 15-10 Verso le elezioni

Postato in ambiente | Lascia un commento

Buone notizie per ciclisti e pedoni … attraversamento pedonale rialzato alla rotonda di v. Romana

La rotonda di v. Romana non sarà più una barriera per pedoni e ciclisti. Questi gli interventi decisi dalla giunta comunale nella delibera 191 del 21/09/2015:

a) un primo attraversamento pedonale rialzato tra il marciapiede di Via Romana e quello di via Pio X°,

b) un secondo attraversamento pedonale su via Romana all’altezza della trattoria D’Artagnan prima della Via Stazione,

c) un dosso di rallentamento altezza cm.5/7 a cinquanta metri dall’attraversamento pedonale, dopo la via Stazione,

Siamo ben contenti che l’amministrazione risponda concretamente alle richieste più volte espresse da tanti cittadini ed anche da questo comitato con lettere raccomandate e volantini, come dimostrano le foto già pubblicate nel sito internet del comitato.

Ora aspettiamo che siano approvati anche qualche altro dei tanti altri interventi da noi proposti, meno costosi e che non richiedono tempi lunghi per l’approvazione della Provincia …. Continua a leggere

Postato in strade insicure | Lascia un commento

Incidente stradale in via Giarre

L’incidente dei giorni scorsi non ha avuto gravi conseguenze … ma è solo questione di fortuna. Quattro curve molto pericolose in poche centinaia di metri sono un pericolo costante per tutti e più ancora per  chi va a piedi o in bici. Abbiamo denunciato più volte al sindaco questa situazione presentando proposte concrete … TUTTO INUTILE!!

Nel tratto più pericoloso potrebbero almeno mettere qualche segnale del tipo “ATTENZIONE SERIE DI CURVE PERICOLOSE” o  magari abbassare il limite di velocità a 40 km/h. Oppure potrebbero, come fanno da tante parti, togliere le linea di mezzeria e restringere la carreggiata facendo due fasce di rispetto per cicli e pedoni …  così le macchine vanno più piano, le bici sono più sicure e si potrà perfino camminare più tranquilli.

Postato in Vivibilità del quartiere, strade insicure | Lascia un commento

L’inciviltà di pochi …

Quest’uomo è “un po’ incazzato” per la maleducazione di pochi incivili. Sicuramente alcuni di questi signori vengono “da fuori”, perché lasciano assieme al materiale ingombrante anche etichette ed indirizzi. I poveretti ignorano che possono risparmiare tempo e fatica con una semplice telefonata all’APS che preleva questa roba direttamente a casa loro.

E non sarebbe male se i superpagati dirigenti APS facessero un po’ di educazione ambientale per esempio mettendo qualche pannello informativo nei centri di raccolta; allora forse questi episodi potrebbero diminuire …

Postato in Vivibilità del quartiere, ambiente | 1 Commento

L’anello ciclabile dei colli

Martedì 15 settembre alla biblioteca civica di Abano si parla dell’anello ciclabile dei colli.

E’ un bellissimo percorso che circonda i Colli Euganei, collegato a Padova con via Lungo Argine del canale della Battaglia. E proprio questo argine del canale della battaglia nei territori dei comuni di Abano e Montegrotto è  il tratto più pericoloso dell’anello ciclabile perché non ci sono misure efficaci di moderazione della velocità e nè limitazione del traffico di attraversamento. Abbiamo più  volte chiesto all’amministrazione di Abano di fare almeno qualche piccolo intervento per migliorare la sicurezza dei ciclisti e camminatori che  sempre più numerose lo percorrono. Abbiamo ricordato al sindaco che è lui il responsabile della sicurezza dei cittadini e quindi deve fare tutto quanto è nelle sue possibilità, gli abbiamo ricordato che non può dire che non conosce le situazioni di rischio né che manchino i soldi per fare gli interventi minimi.

Niente da fare, per l’amministrazione l’anello dei colli resta un anello fantasma, una grande opera col difetto di costare troppo poco.

Postato in Vivibilità del quartiere, piste ciclabili, strade insicure | Lascia un commento

Immaginate la piazza … con i cassonetti delle immondizie

Questo era il progetto del comune nell’ottobre del 2010: un monumento all’immondizia in piazza! Bambini, mamme, anziani, tutti avrebbero potuto gustare gli odori dei rifiuti e lo spettacolo di materassi e cartoni abbandonati fuori dai cassonetti dai pochi incivili … così  per esempio!

E invece nell’ottobre del 2010 un gruppo di cittadini del quartiere ha incontrato la Commissaria e l’ha convinta la che il progetto era una schifezza  e che la gente va in piazza non a portare immondizie ma per incontrarsi  e parlare Questo stesso gruppo di cittadini nel 2011 ha chiesto e ottenuto di spostare il mercato in piazza e nel 2013 ha piantato una bella quercia.

L’impegno civile di pochi è servito a qualcosa … e se tanti altri si unissero a noi potremmo immaginare che l’intero quartiere sia un posto migliore per vivere.

Postato in Vivibilità del quartiere | Lascia un commento

AUTOCOMPOSTAGGIO … COME RISPARMIARE SOLDI E RISPETTARE L’AMBIENTE

Chi fa il compostaggio domestico ha il 20% di riduzione della parte variabile della tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani

Giarre è un quartiere che mantiene un’impronta agricola e gran parte dei residenti coltiva l’orto. Nella cultura contadina da sempre si fa il recupero della parte umida per trasformarlo in fertilizzante. Si possono RISPARMIARE DECINE DI EURO ALL’ANNO firmando una convenzione con il comune nella quale si dichiara di fare il compostaggio domestico.

Fare il compostaggio domestico conviene, ma soprattutto è un piccolo atto di consapevolezza e senso di responsabilità

Postato in Vivibilità del quartiere, ambiente | Lascia un commento

LE NUOVE FONTANE PUBBLICHE … COME RISPARMIARE SOLDI E RISPETTARE L’AMBIENTE

Qualcuno la chiama la “casa dell’acqua” o “acqua del sindaco” ma forse è meglio evitare personalizzazioni. Ad Abano è collocata nel parcheggio di un centro commerciale. E’ una “fontana pubblica” di acqua buona  e fresca come potremmo trovarla solo in montagna. E costa poco, quella frizzante costa 5 centesimi al litro, quella naturale 3 centesimi. Bevendone un litro al giorno, invece dei 2 consigliati, IN UN ANNO RISPARMIAMO OLTRE 70€, senza contare le bottiglie di plastica evitate. Insomma ancora una volta un atto di responsabilità e sensibilità sociale che conviene anche al portafoglio.

L’acqua è un bene primario e le fontane sono un punto di incontro;  c’è da augurarsi che sorgano altre fontane e che vengono collocate negli spazi comunitari dei quartieri.

Postato in Vivibilità del quartiere, ambiente | Lascia un commento

Cosa pensa il sindaco Luca Claudio della politica e della partecipazione

Ospitiamo volentieri il comunicato stampa del sindaco in risposta alla lettera ai cittadini pubblicata dal Comitato dopo l’incontro del 4 maggio in quartiere.

Leggetelo con attenzione perché chiarisce molto bene cosa pensa il sindaco della politica e della partecipazione. Comune COMUNICATO PER LA STAMPA N. 14 -2015

Nel comunicato stampa il sindaco fa un lungo elenco di cose fatte per il quartiere … potature di alberi, risagomatura del gelso della scuola de Amicis, manutenzione ordinaria e straordinaria di illuminazione, rifacimenti di asfalto e segnaletica, cassonetti per le immondizie.
Potare gli alberi e fare manutenzione varie non sembra un grande risultato politico di cui vantarsi. L’opera più importante, la pista ciclabile lungo via Santa Maria, era già finanziata dalla commissario prefettizio e fra le opere fatte non ci risulta che ci siano “i paletti dissuasori di velocità in via Giarre” e nemmeno “la sede delle associazioni” in via dei Tigli”, ma se qualcuno ci manda le foto le mettiamo senz’altro in bacheca.
Noi chiediamo di migliorare la qualità urbana del quartiere e la sicurezza delle strade e facciamo proposte concrete per trasformare una periferia dormitorio in una comunità. La risposta del sindaco è  stata “invito gli esponenti del Comitato Giarre a smetterla di fare politica”.

Postato in Rapporti con il comune | Lascia un commento

Parole, parole, parole, soltanto parole …

Il sindaco ha presentato al quartiere l’elenco completo delle cose fatte dall’amministrazione in questi 4  anni …  eccole qua, ben riassunte dal fedele resoconto di un quotidiano locale

“realizzeremo”  … “verrà rallentato il traffico”… “verranno rifatte” ….  “verrà rinnovata” … “interverremo” …  “chiederemo alla provincia” … “a giugno arriverà il medico”….  “a breve presenterò il PAT”…

Ecco qui un resoconto forse più attendibile della cronaca locale e a seguire la nostra opinione.

Continua a leggere

Postato in Comunicati Stampa, Rapporti con il comune | 1 Commento

Scene di vita dalla periferia

Un quartiere diventa una comunità se ha i servizi essenziali e se le strade ed il centro del quartiere sono  vivibili, altrimenti resta un quartiere-dormitorio, così … Continua a leggere

Postato in Vivibilità del quartiere | Lascia un commento

La luna e i falò

La Frazione di Giarre è da sempre una zona con forti connotazioni rurali e con l’avvicinarsi della primavera si procede alla potatura delle piante.

Continua a leggere

Postato in ambiente | Lascia un commento

Incontro mensile del Comitato Giarre

Mercoledì 4 febbraio 2015

alle ore 21:15 in Patronato a Giarre si terrà l’incontro mensile tra cittadini organizzato dal Comitato Giarre.

IL DIRETTIVO DEL COMITATO GIARRE PRESENTERÀ AI SOCI, AI SIMPATIZZANTI E A TUTTI I CITTADINI INTERESSATI IL BILANCIO ASSOCIATIVO ED L RESOCONTO ECONOMICO

Continua a leggere

Postato in Comitato | Lascia un commento