Atto di intimidazione del sindaco contro il Comitato Giarre

ll Sindaco ha comunicato al Comitato Giarre di Abano Terme un richiamo formale (comune – richiamo formale 15-03-2016) ad attenersi nelle sue attività alle finalità statutarie come  definite nell’Albo delle Associazioni comunali al quale il comitato è iscritto, finalità che sono classificate nelle sezioni :

  • Cultura e Politiche Giovanili – attività culturali, educative, formative, artistiche e ricreative
  • Programmazione economica ed ambientale – Tutela e valorizzazione del patrimonio idrogeologico ed ambientale

Il richiamo è stato fatto a seguito di una richiesta di verifica di illegittimità sul comportamento del Comitato Giarre in occasione delle primarie.

La richiesta maldestra e probabilmente ispirata proviene da ambienti che nel 2013 hanno sostenuto e promosso con l’approvazione del sindaco l’attività di motocross nel quartiere.

Abbiamo chiesto chiarimenti all’assessore alle associazioni Luca Bordin il quale ha subito dichiarato che non c’è nessuna illegittimità a carico del Comitato Giarre. Se avesse affermato il contrario sarebbe stato un caso molto interessante per la giurisprudenza!
Si tratta quindi semplicemente di una intimidazione, di un abuso di potere. Un sindaco non può fare nessun richiamo a nessuna associazione perché è contro l’articolo 18 della Costituzione “I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale”.

Siamo noi a dover fare un richiamo formale al sindaco ad attenersi al dettato della Costituzione sulla quale il primo cittadino ha giurato.

Sappiamo da tempo che il sindaco non ama chi si occupa di politica e e infatti ci ha chiaramente invitato a non occuparcene(Comune COMUNICATO PER LA STAMPA N. 14 -2015).

Ma  noi vogliamo continuare a fare politica e cioè ad occuparci del quartiere dove viviamo, perché vogliamo un quartiere più sicuro, più bello, con spazi sociali aperti a tutti, con un’amministrazione che ascolta e risponde, con servizi migliori è più accessibili. Per questo  abbiamo apertamente sostenuto nelle primarie, che è una fase preelettorale, una candidata che crede che sia bene occuparsi di politica. E durante la campagna elettorale chiederemo le stesse cose a tutti i candidati.

Perciò il sindaco se ne faccia una ragione e se l’attività del Comitato Giarre non rientra nelle sezioni previste nell’albo delle associazioni  e a lui gradite deve solo modificare lo Statuto comunale ed il regolamento inserendo la sezione “ Altre attività consentite dall’art. 18 della Costituzione”.

Be Sociable, Share!
This entry was posted in Comitato. Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Per lasciare un commento sono necessari nome ed email, la redazione si riserva la facoltà di cancellare commenti non rispettosi degli altri. Campi obbligatori*

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


9 − otto =