Sogniamo un quartiere dove …

Siamo cittadini legati a GIARRE perché siamo nati qui o perché ci viviamo. Sogniamo un quartiere con lo SCUOLABUS, con più corse dell’autobus per Padova e collegamento  Giarre-Abano, con strade  sicure per chi va a piedi o in bici. Sogniamo un quartiere dove non passano ogni giorno camion pesanti e dove l’area “ex piscine termali” di via Roveri ritorna campagna. Ci incontriamo una volta al mese per parlare e discutere su idee che crediamo buone  per il quartiere. PARTECIPA ANCHE TU!

sabato 21 e domenica 22 aprile in piazza

Postato in Comitato | Lascia un commento

Nel territorio di Montegrotto il lungargine del canale Battaglia non è una strada di attraversamento

DALLE PAROLE AI FATTI
Abbiamo incontrato il sindaco di Montegrotto per chiedere il sostegno alla nostra proposta di rendere ciclabile il Lungargine.

Dopo pochi giorni è stata messa la segnaletica che vieta nel territorio di Montegrotto di passare per il Lungargine come scorciatoia. E’ invece consentito l’accesso alle auto solo per entrare nelle proprietà.

Adesso aspettiamo che anche Abano abbia il coraggio di fare la stessa cosa

Postato in piste ciclabili, strade insicure | Lascia un commento

SE I 5 CHILOMETRI DAL PONTE DELLA CAGNA A VIA SABBIONI ….

SE I 5 CHILOMETRI DAL PONTE DELLA CAGNA A VIA SABBIONI FOSSERO UNA VERA CICLABILE, ADESSO CHE È ARRIVATA LA PRIMAVERA, SAREBBE UNA FESTA PER TUTTI. Bambini, giovani e anziani, a piedi, in bici, in carrozzina potrebbero andare a spasso e godere dell’aria e del paesaggio, senza guardarsi alle spalle per non farsi travolgere. Perché in questo corridoio verde le auto sarebbero ospiti, andrebbero piano e rispettando la distanza di sicurezza. Perché via Lungo Argine non è una strada come le altre ma un’opera idraulica per il contenimento dell’acqua che non potrà mai avere la sicurezza di una strada normale.
E INVECE QUESTI 5 CHILOMETRI SONO UNA SCORCIATOIA PER AUTOMOBILISTI COMPULSIVI, UN RETTILINEO SU CUI CORRERE SFIORANDO LE INGOMBRANTI SAGOME DI PEDONI E CICLISTI, SICURI DELL’IMPUNITÀ.
Tutti riconoscono che è una strada molto pericolosa per chi va a piedi o in bici; non resta che sperare che per loro continui ad andare bene. Se così non sarà dovremo chiedere a chi poteva mettere le regole e farle rispettare, dovremo chiedere perché non lhanno capito o perché non hanno avuto il coraggio di fare tutto quello che potevano fare

Postato in piste ciclabili, strade insicure | Lascia un commento

Bastano 2 chilometri in più della linea dei Colli via Mandria e GIARRE non è più isolata!

Solo 2 km in più se il percorso della linea dei Colli via Mandria passasse per Giarre

Ora la linea APS dei colli via Mandria passa per via Giusti e via Diaz. Se invece l’autobus arrivasse a Giarre facendo via Santa Maria, via Roveri, via Romana e via Diaz, GIARRE avrebbe tanti vantaggi!!

  • nel tratto di via Giusti non sale nessuno in autobus; se invece passa  per il quartiere sempre  più persone potranno utilizzare le corse feriali e festive; si potrà, senza auto,  andare in Prato della Valle, al Santo, a fare la spesa e forse anche al cinema tornando tardi la sera
  • potranno andare ad Abano con un servizio pubblico anche persone che non hanno un mezzo privato, che hanno problemi di mobilità o che non sono abbastanza sicure per andare in bicicletta
  • i lavoratori della Fidia avranno più corse a disposizione per raggiungere il posto di lavoro e così non succederà più che per prendere l’autobus in via Romana qualcuno ATTRAVERSI I BINARI al passaggio a livello chiuso in via Ponte della fabbrica
Postato in Vivibilità del quartiere, mobilità | Lascia un commento

perché Giarre non resti un quartiere dormitorio

Via Romana è diventata la tangenziale est di Abano. Manca qualsiasi controllo e limitazione della velocità. Per chi vive nel borgo anche uscire di casa è un problema. Stessa cosa per gli automobilisti entrare e uscire in macchina dalla stazione. Va molto peggio per i ciclisti e pedoni: la rotonda di via Pio X è l’unica fra le tante rotonde delle circonvallazioni di Abano senza passaggio ciclopedonale rialzatoE sarà molto peggio se si farà il nuovo centro commerciale davanti alla villa Mocenigo.

Ci sono 14 treni con fermata ad Abano-Giarre nei giorni feriali e 7 il sabato e festivi. Ma il percorso per arrivare a piedi o in bici alla stazione è indegno di un paese civile

I cittadini di Abano per andare a Padova nei fine settimana hanno 25 autobus al giorno di sabato e 14 di domenica

I cittadini di Giarre per andare a Padova nei fine settimana hanno 11 autobus di sabato in orario scolastico e nessun autobus nei giorni festivi

Un quartiere senza servizi socio-sanitari per gli anziani, senza scuolabus, senza piste ciclabili sicure per andare ad Abano, con pochi autobus per Padova e nessun autobus nei giorni festivi E’ UN QUARTIERE DORMITORIO!

CHIEDIAMO al sindaco di prendere atto di questo stato di cose e di presentare al quartiere le proposte per migliorare almeno le condizioni minime essenziali perché questo quartiere non resti un dormitorio: servizi socio-sanitari per gli anziani, trasporto pubblico locale e scuolabus, sicurezza per ciclisti e pedoni per raggiungere la stazione ed attraversare via Romana


Postato in Vivibilità del quartiere, strade insicure | Lascia un commento

Di mal d’aria si muore, “vabbè, ma di morte lenta” (F. De André)

L’aria della Pianura Padana è tra le peggiori d’Europa. Secondo l’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA) oggi l’inquinamento atmosferico provoca 461 mila decessi prematuri l ’anno solo in Europa, 20 volte di più delle vittime per incidenti stradali. Piemonte, Lombardia e Veneto in giugno 2017 hanno fatto un accordo per ridurre le emissioni inquinanti nel Bacino Padano. L’accordo prevede (art. 6 pag. 13) che sia data informazione al pubblico pubblicandone il testo sui propri siti Intenet istituzionali. Non cercatelo nel sito del Comune di Abano perché non c’è (nella copia allegata sono evidenziate le pagine ed i punti importati inquinamento_aria_Bacino_Padano_Accordo_di_programma_2017).

Quando il PM10 supera i 50 microgrammi per metro cubo ed è la regola dai dati ARPAV (li trovate qui ) dovrebbero scattare una sere di misure e fra questa anche il “Divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso”. Continua a leggere

Postato in Vivibilità del quartiere, ambiente | Lascia un commento

Incontro con il giornalista Paolo Borrometi su “LEGALITA’ E CITTADINANZA ATTIVA”

Il Comitato Giarre ha nel proprio statuto il principio “essere cittadini attivi“. L’ultima azione concreta  è stata raccogliere un po’ di immondizia in alcune vie del quartiere e qui potete vedere qualche testimonianza

Considerando le gravissime vicende giudiziarie della passata amministrazione la LEGALITA’ dovrebbe essere il tema centrale dell’impegno politico della nuova amministrazione.
Se anche in questo territorio ci fossero stati giornalisti coraggiosi come Paolo Borrometi forse questo comune avrebbe avuto una storia diversa.

Tre ottimi motivi quindi per partecipare e promuovere questo incontro.

Postato in Comitato, Comunicati Stampa | Lascia un commento

ABBIAMO VISTO COSE CHE VOI UMANI NON POTETE NEANCHE IMMAGINARE …

…  parabole satellitari scaraventate sulla campagna,
grossi sacchi neri rotolati nella scarpata e sventrati sui rovi tra cibo spazzatura,
taniche piene di olio galleggiare tra i pesci,
confezioni di integratori gettate sull’erba da ciclisti troppo impegnati nella loro impresa sportiva.
NON ABBIAMO VISTO I POCHI IMBECILLI autori di queste gesta, forse perché sono pochi e non amano farsi vedere.
Non è piacevole sporcarsi le mani in questo modo ma il Lungargine è un bel posto per camminare, correre ed andare in bici e noi non siamo indifferenti alle cose brutte.
Non resta che sperare che tanti altri come noi non girino la testa dall’altra parte quando vedono comportamenti incivili. E sperare anche che l’amministrazione prima o poi si convinca che questa è una ciclabile che sarà sempre più frequentata e quindi, forse, sempre più pulita.

Oggi è stata una bella giornata e con l’aria pulita dal vento. Abbiamo raccolto un po’ di immondizia in alcune vie del quartiere, in particolare lungo l’argine del canale della Battaglia perché è un bel posto e continuare a veder certe schifezze proprio non è bello …

Postato in Vivibilità del quartiere, ambiente | 1 Commento

“la tangenziale est” di Abano: contributi e proposte per migliorare la sicurezza di via Romana

I problemi di sicurezza di via Romana diventata ormai “la tangenziale est” di Abano sono noti da tempo e devono essere affrontati. L’eventuale nuovo centro commerciale li renderebbe ancora più gravi.

Abbiamo presentato alcune idee con il solo scopo di stimolare l’amministrazione ad avviare un dibattito pubblico con i cittadini  di Giarre e di Abano.

Chiediamo all’amministrazione di elaborare un progetto che abbia come punti centrali e qualificanti:

  1. valorizzare la stazione ferroviaria come nodo da integrare nella mobilità locale e nel trasporto pubblico da potenziare
  2. la sicurezza stradale di via Romana in particolare per l’utenza vulnerabile
  3. l’integrazione del quartiere Giarre nella rete ciclopedonale comunale

Chiediamo all’amministrazione di promuovere quanto prima un incontro pubblico in quartiere per presentare ai cittadini le proprie proposte.

questo è il documento inviato inviato all’amministrazione, ai capigruppo in consiglio ed ai consiglieri comunali che vivono a Giarre …

PEC 17-11 proposte per sicurezza ciclopedonale e stradale di via Romana

Postato in Rapporti con il comune, mobilità, strade insicure | Lascia un commento

Presentate al sindaco tutte le nostre idee e le nostre proposte per Giarre

Abbiamo incontrato il sindaco per presentare tutte le proposte fatte in questi anni, dimostrare la continuità dell’impegno di questo gruppo di cittadini e la coerenza con le finalità dell’associazione.

Ecco una sintesi di alcune proposte (il dettaglio nel documento PEC 17-09 Tutte le nostre idee e le nostre proposte per Giarre)

  1. accesso ai servizi essenziali per una comunità: ambulatorio, scuolabus, trasporti, spazi comunitari per le associazioni
  2. lo spostamento dell’attività della ditta Pistorello
  3. la cancellazione dal PAT della nuova strada che collega la ditta Pistorello S.p.a. a Via Roveri
  4. il ripristino a suolo agricolo dell’area “piscine termali” di v. Roveri
  5. che si renda ciclo pedonale via Lungo Argine del Canale della Battaglia
  6. sicurezza per gli attraversamenti ciclo-pedonale di via Romana
  7. moderazione del traffico  in via Ponte della Fabbrica ed in v. Giarre
  8. eliminare il parcheggio auto nell’area alberata della piazza di Giarre
  9. mini isola pedonale temporanea davanti alle scuole negli orari di ingresso e uscita
  10. mini rotatorie agli incroci di v. Giarre con le vie Roveri, dei Tigli e Sabbioni
  11. bande di rallentamento e limite 30 al sottopasso di v. Sabbioni

Noi riteniamo che tali proposte contribuiscano ad una visione di quartiere rurale dotato di servizi essenziali e che possano  rafforzare la coesione sociale. Siamo consapevoli che alcune proposte, se accolte, richiederebbero tempi di attuazione che vanno oltre la durata di una amministrazione.
Riteniamo anche che tante proposte richiedano un piccolo impegno economico ed organizzativo che si può fare in tempi brevi come primi interventi di progetti più ampi e che però darebbero subito un significativo miglioramento alla sicurezza, in particolare per le persone più vulnerabili.

Postato in Vivibilità del quartiere, strade insicure, trasporto pubblico | Lascia un commento

via Lungargine, la ciclabile che non c’è

per la regione Veneto via Lungargine è il collegamento dell’anello ciclabile dei Colli Euganei con Padova, previsto nel Master Plan delle piste ciclabili 2014 (itinerario C7 pag. 24 dell’Elenco percorsi);

per i ciclisti è già, a loro rischio e pericolo, il naturale collegamento con l’anello dei colli;

per chi cammina è il luogo delle passeggiate oppure è un tratto del cammino  di S. Antonio che parte da Camposampiero e dopo  430 km  arriva al Santuario francescano La Verna in provincia di Arezzo;

per gli automobilisti irresponsabili è il rettilineo dove finalmente correre senza controlli;

per tutte le passate amministrazioni via Lungargine è SPARITA DALLO STRADARIO COMUNALE

aspettando che finalmente via Lungargine diventi una strada  con precedenza ciclo pedonale ed accesso consentito alle proprietà private, non ci resta che sperare che la nuova amministrazione dia un piccolo segno di  buona volontà, per esempio mettendo la segnaletica per ricordare agli automobilisti di rispettare la DISTANZA DI SICUREZZA  da ciclisti e pedoni

Postato in piste ciclabili, strade insicure | Lascia un commento

Una bella notizia per chi va in bici e a piedi …

Il 15 .05.2017 il responsabile del servizio di polizia locale ha emesso un’ordinanza che prevede quanto segue

L’istituzione e l’installazione:

  1. Via Romana incrocio via Roveri, istituzione di due attraversamenti ciclopedonali, con relativa segnaletica verticale ed orizzontale:
  2. via Romana incrocio via Sabbioni, istituzione di un attraversamento pedonale, con relativa segnaletica verticale ed orizzontale;
  3. incrocio via Diaz e via Romana, istituzione di un attraversamento ciclopedonale, con relativa segnaletica verticale ed orizzontale.
  4. via Ponte della Fabbrica incrocio via S. Maria. istituzione di due attraversamenti ciclopedonali, con relativa segnaletica verticale ed orizzontale;
  5. via Romana incrocio via Stazione e in via Ponte della Fabbrica. installazione di sistemi di rallentamento ad effetto ottico;

Sono state accolte sostanzialmente le nostre proposte inviate circa un anno fa e riproposte in più incontri con il commissario e con il comandante della polizia locale

E’ un primo segnale di  RITORNO ALLA NORMALITA’ … ovvero alcuni Cittadini presentano delle proposte che ritengono un miglioramento per la sicurezza dei cittadini del quartiere, l’amministrazione valuta ed attua i provvedimenti che ritiene opportuni

forse le situazioni delle foto diventeranno, dopo gli interventi decisi, meno probabili ….
Reg. Ord. n.I0051 Abano Terme 15 .05.2017 Oggetto: 4° provvedimento anno 2017, di miglioramento e riordino della sicurezza stradale e della viabilità

ordinanza PL 10051 interventi viabilità Giarre

Postato in Senza categoria, Vivibilità del quartiere, strade insicure | Lascia un commento

In una bella giornata di primavera …

sabato 29 aprile è stata una bella giornata di primavera. Avremmo potuto andare a spasso in bici,  lavare la macchina,  fare la spesa; invece abbiamo fatto solo un po’ di pulizia per le strade del quartiere;

forse perché stanchi di vedere i rifiuti in giro per le strade;

forse per testimoniare che c’è qualcuno che non è indifferente;

forse  perché fare la cosa giusta fa bene. In ogni caso ci siamo anche un po’ divertiti

abbiamo disboscato un tratto di via Podrecca, portando alla luce un cartello di limite 50 … chissà se ora le macchine andavano un po’ più piano

in via Lungo argine l’erba alta ci ha impedito di vedere tanta porcheria abbandonata sull’argine …

abbiamo anche visto qualche bell’esempio di riva pulita e fiorita ma anche come il taglia erba trasforma le lattine di alluminio in compost  …

abbiamo raccolto tutto davanti al bel cancello di villa Sgaravatti  (dei resti della villa!)  come d’accordo con APS che ha proceduto poi al prelievo del tutto

Postato in Vivibilità del quartiere | Lascia un commento

Via Giarre, la strada più pericolosa del quartiere

Per chi abita in via Sabbioni è pericoloso in bici o a piedi andare ad Abano e peggio ancora arrivare in centro quartiere.

Via Giarre è pericolosa lungo tutto il suo tracciato. E’ pericoloso l’innesto in v. Levante Ferrovia, sono pericolose le 4 curve a gomito,  è pericoloso il tratto rettilineo e l’innesto con via dei  Tigli perché si aggiungono anche i camion della ditta Pistorello e per finire, è pericoloso il rettilineo davanti alla chiesa con un solo marciapiede pieno di paletti e l’incrocio con via Roveri

Il programma dei lavori 2017-2019  deciso dal commissario prevede di riasfaltare via Giarre (Delibera N. 150 del 29/12/2016)

perché solo riasfaltare?

perché non fare qualcosa per renderla meno pericolosa con interventi  consentiti dal codice della strada come per esempio mini rotonde negli incroci, dissuasori di velocità, una fascia di rispetto per ciclisti e pedoni?

Postato in strade insicure | 1 Commento

SALVIAMO IL PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI

Il Comitato Giarre aderisce all’iniziativa del Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste dei Colli Euganei nell’ambito delle manifestazioni:

SALVIAMO IL PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI
Per ribadire alla Regione Veneto il nostro NO alla riduzione dei confini del Parco dei Colli Euganei. Il Parco è un bene comune da preservare per le generazioni future e ne vanno valorizzati l’ambiente, le risorse turistiche, culturali e le produzioni locali.

Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste dei Colli Euganei nell’ambito delle manifestazioni:

SALVIAMO IL PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI

per ribadire alla Regione Veneto il nostro NO alla riduzione dei confini del Parco dei Colli Euganei. Il Parco è un bene comune da preservare per le generazioni future e ne vanno valorizzati l’ambiente, le risorse turistiche, culturali e le produzioni locali.

Vi invitiamo a sostenere questa iniziativa anche firmando la petizione popolare al consiglio regionale Veneto. Per maggiori informazioni  clicca qui

Postato in ambiente | Lascia un commento

Una piazza più bella e piena di vita

La piazza è luogo di riunioni, di spettacoli, di gare, di cerimonie, è spazio privilegiato dello scambio e dell’attività commerciale, del contatto della comunità con il mondo esterno.

Vi ricordate come era questo spazio pochi anni fa?

Nel 2010 un gruppo di cittadini del quartiere ha convinto la Commissaria che i cittadini vanno in piazza per incontrarsi  e parlare, non per portare immondizie; la commissaria ha spostato i cassonetti. Nel 2011 sempre gli stessi hanno chiesto e ottenuto di spostare il mercato in piazza e nel 2013 hanno piantato una bella quercia. E ora che nuovi parcheggi sono disponibili al posto dei cassonetti

chiediamo al commissario che la zona alberata della piazza non sia un parcheggio per poche auto ma uno spazio con attrezzature di gioco per bambini e dove tutti possano incontrarsi e godere del verde e dell’ombra e stiva


Postato in Vivibilità del quartiere | Lascia un commento

Buon Natale e buon 2017

Arrivati a fine anno vogliamo fare gli auguri a tutti i cittadini del quartiere e con l’occasione vogliamo anche fare un bilancio della nostra attività di quest’anno e dei cinque anni della passata amministrazione tristemente conclusa in tribunale

Noi siamo orgogliosi di essere stati in tutti questi anni, con pochissime risorse ma con un grande impegno personale, una presenza riconosciuta e consolidata nel quartiere.

Abbiamo svolto con continuità una attività di impegno e di sensibilizzazione Continua a leggere

Postato in Comitato | 1 Commento

Proposte per un quartiere più vivibile

Il Comitato Giarre quale espressione di un gruppo di cittadini del quartiere si è sempre posto in modo costruttivo nei confronti dell’amministrazione comunale presentando ripetutamente all’amministrazione Luca Claudio una serie di interventi molti dei quali riteniamo di piccolo o piccolissimo impegno economico ma di rilevante significato politico. Non avendo ottenuto risposte formali o fattuali riteniamo utile ripresentarli ritenendo che in questo lungo periodo di amministrazione commissariale alcune di queste proposte possano essere utilmente prese in considerazione e se ritenute valide anche attuate.

Sono 4 pagine di proposte che toccano quasi tutto il quartiere. Potete leggere il documento PEC 16-08 Proposte per un quartiere più vivibile inviato al Commissario.

Riportiamo di seguito solo l’elenco dei contenuti.

Per vedere sulla mappa di GOOGLE i luoghi ed i contenuti delle proposte consigliamo di visitare il sito

https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=1f_DsefNS3d24Frce-ptRu0jxLoo

Continua a leggere

Postato in Vivibilità del quartiere | Lascia un commento

Il Comitato Giarre ha chiesto al Commissario che venga ritirata la delibera di approvazione del PAT

IL PAT e la futura destinazione dell’ex caserma sono  scelte fondamentali per il futuro del quartiere e di Abano.  Queste scelte devono essere fatte senza alcun sospetto di illegalità, corruzione e interesse privato

Il PAT del sindaco Luca Claudio rende residenziale l’area agricola ex Sgaravatti e prevede una strada lungo lo scolo Menona che collega via Roveri con la ditta di trasporto e trattamento inerti Pistorello Spa

Vengono grandi dubbi che il PAT di Luca Claudio sia stato fatto in nome dell’interesse generale!!

Il Comitato Giarre ha chiesto al Commissario che venga ritirata la delibera di approvazione del PAT e che venga ritirato ogni altro atto che possa determinare la futura destinazione dell’area ex 1° ROC


Postato in PAT, Vivibilità del quartiere | 1 Commento

Una sera d’estate in quartiere …

Qualche amministratore ora al fresco ha tentato in tutti i modi di far tacere la realtà di cittadini che hanno voglia di trovarsi e parlare di cose che li riguardano. Questo “amministratore”  ha tolto la saletta pubblica  e negato l’uso della scuola a della casetta comunale … eppure anche senza sede tanti cittadini si ritrovano in piazza e discutono  di cose “piccole” come la sicurezza delle strade davanti alla scuola ed alla chiesa e discutono anche di cose “grandi” che cambieranno le abitudini di vita come la raccolta differenziata; e discutono anche del PAT, il piano che disegna il futuro del quartiere,  futuro immaginato sempre dallo stesso amministratore ora al fresco e che se “attuato” stravolgerebbe il quartiere prevedendo una strada che collega via Roveri con la ditta Pistorello e addirittura l’edificabilità della campagna ex Sgaravatti …

Qualche idea per vedere “dall’alto” le cose di cui parliamo, per esempio la strada prevista per collegare la ditta Pistorello oppure la campagna ex Sgaravatti,  potete averla consultando qui la mappa google del quartiere

Postato in Vivibilità del quartiere | Lascia un commento